Rimpiattino, la doggy bag di Boccanegra

Rimpiattino, la doggy bag di Boccanegra

Si chiama come un gioco da bambini ed è la nuova iniziativa contro lo spreco alimentare a cui aderiamo noi di Boccanegra, tra i primi mille locali in tutta Italia. Rimpiattino è la parola italiana scelta per sostituire “doggy bag”, il termine con cui si indica a livello internazionale la possibilità di portare a casa il cibo non consumato al ristorante.

impiattino-doggy-bag-boccanegra

Ci riporta alla consuetudine italiana del rimpiattare, l’arte di proporre gli avanzi in maniera rielaborata, un processo che in Toscana conosciamo benissimo e da cui nascono i nostri piatti più tradizionali, come la ribollita.

Il progetto a cura di Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) e Comieco (Consorzio nazionale per il recupero di carta e cartone), con la collaborazione di Confcommercio Firenze, è stato portato avanti grazie ad un concorso, da cui è nato il nome da dare alla doggy bag nostrana.

Secondo gli studi fatti la maggior parte dello spreco alimentare avviene a processo finito, ovvero sul cibo pronto e cucinato lasciato dai clienti. Se anche già era possibile ovunque chiedere di portare a casa gli avanzi, la maggior parte non chiede di farlo per imbarazzo o perché ancora non c’è abbastanza sensibilità sul tema.

Noi di Boccanegra facciamo parte di questa iniziativa perché crediamo sia importante portare questa consuetudine nei locali italiani, come avviene nel resto del mondo, e vorremmo che fosse semplice e spontaneo chiedere di portare a casa quanto rimasto sul tavolo. Crediamo che il nostro Paese debba essere sensibilizzato sullo spreco alimentare e sul fatto che esistono metodi e risorse per ridurlo, come il progetto Rimpiattino.

Ecco che forniamo quindi scatole di cartone colorate e riciclabili per portarsi a casa l’eventuale cibo rimasto, e via ogni imbarazzo. Perché per noi del Boccanegra è qualcosa di naturale chiedere “Posso avere un rimpiattino?”, come un gioco da ragazzi.

Vuoi conoscere la nostra cucina?

Siamo nel cuore di Firenze all’interno del trecentesco Palazzo Salviati-Quaratesi, in un ambiente confortevole e raffinato. La scelta del vino migliore, la cura del personale e l’attenzione ai dettagli fanno del Ristorante Boccanegra uno dei locali più amati e piacevoli in città, per una cena romantica o in famiglia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.