Un weekend romantico a Firenze – secondo giorno

Un weekend romantico a Firenze – secondo giorno

Secondo giorno – Uno sguardo Oltrarno

Siamo arrivati al nostro secondo giorno di viaggio. Tra le mille (e più!) possibilità in una città così ricca di luoghi da visitare come Firenze, vi diamo ancora qualche spunto su ciò che per noi è più significativo e pieno di fascino. Attraverso panorami, giardini e ancora opere di immensa bellezza, oggi passiamo nella zona Oltrarno, o Diladdarno come diciamo a Firenze. Si parte!

Iniziamo da piazza della Signoria, luogo centrale come posizione e importanza storica e sociale per Firenze. Era il cuore della vita politica della città e qui si trova l’imponente Palazzo Vecchio, attuale sede del Comune. Per dominare la città con una vista unica e romantica non potete perdervi la salita sulla Torre di Arnolfo, che si erge con i suoi 95 metri a completamento della struttura di Palazzo Vecchio.

Se avete scelto di dedicare del tempo per visitare la Galleria degli Uffizi questo è il momento giusto. Abbiate cura di aver prenotato il biglietto in anticipo per questo museo, la cui fama lo precede in tutto il mondo.

E’ arrivata l’ora della pausa pranzo, in pochi minuti al Boccanegra troverai qualcosa di leggero e gustoso in stile toscano. Tra i “coccetti” in forno, le pizze alte in stile napoletano o sottili alla maniera fiorentina, o ancora gli affettati con i tipici crostini puoi scegliere fra piatti tipici irresistibili. Il pranzo è un momento di relax per ricaricarsi, magari con un calice di ottimo vino, e aggiungere al tour cittadino alcune specialità enogastronomiche di eccellenza.

Si riparte e ci incamminiamo verso uno dei luoghi più caratteristici e romantici di Firenze: Ponte Vecchio. Tra le botteghe di orafi e gioiellieri, ci si perde nei suoi odori, nei suoni e tra le chiacchiere della gente. Siamo nel cuore pulsante della città e la vista sull’Arno è meravigliosa.

Attraverso il ponte arriviamo finalmente Oltrarno, dove tra i luoghi di maggior interesse troviamo piazza Santo Spirito e Palazzo Pitti, alle cui spalle si apre l’incantevole Giardino di Boboli. La chiesa Santo Spirito è l’ultimo capolavoro di Filippo Brunelleschi, e si erge su una piazza sede di mercatini, locali notturni e botteghe artigiane. Palazzo Pitti è un edificio enorme sia come mole sia per importanza storica. Abitato dalla famiglia de’ Medici divenne simbolo del loro potere, e successivamente fu la dimora anche degli Asburgo-Lorena e dei Savoia in veste di Reali d’Italia. Oggi è sede di ben quattro musei. Con un po’ di tempo rimasto merita una passeggiata al tramonto nel verde rigoroso e geometrico e nelle opere d’arte del Giardino di Boboli. Anch’esso è opera dei Medici che crearono questo capolavoro di giardino all’italiana, diventato poi un modello per molte corti europee. Lontano dai rumori dalla città, qui si è immersi nella pace, nell’arte e nella bellezza. Perfetto per una conclusione intima e romantica, in una giornata da ricordare.

Il nostro viaggio termina qui, tornando “di qua d’Arno” vi aspettiamo per una cena speciale al lume di candela. Sarà pronto per voi un tavolo sul soppalco dell’osteria Boccanegra, un angolo intimo e riservato da cui si ha la vista sul locale. Super romantico e magico!

Vuoi conoscere la nostra cucina?

Siamo nel cuore di Firenze all’interno del trecentesco Palazzo Salviati-Quaratesi, in un ambiente confortevole e raffinato. La scelta del vino migliore, la cura del personale e l’attenzione ai dettagli fanno del Ristorante Boccanegra uno dei locali più amati e piacevoli in città, per una cena romantica o in famiglia.